Allevamento di animali

Garantire il benessere animale

Per il benessere dei nostri animali, noi agricoltori rispettiamo gli standard minimi previsti dalla Legge sulla protezione degli animali. Queste prescrizioni in Svizzera sono molto più severe rispetto alla maggior parte delle altre nazioni: da 30 anni è proibito tenere le galline ovaiole nelle gabbie, così come il debeccaggio dei polli o il taglio della coda ai maiali. Anche la castrazione dei maialini o la decornazione dei vitelli prevedono delle precise procedure per eliminare il dolore, effettuate da persone specializzate. I nostri vitelli non sono mai legati.

Il benessere degli animali è molto importante per noi.

Un alto livello di protezione animale

Inoltre, la nostra Legge sulla protezione degli animali non regola solo un’alimentazione sufficiente e la messa a disposizione permanente di acqua, ma anche lo spazio disponibile, la pavimentazione, la lettiera o i contatti sociali. I servizi veterinari cantonali garantiscono con ispezioni regolari che la legislazione sul benessere degli animali sia rispettata.

Sono ammessi un massimo di 18.000 polli nella stessa stalla. (Foto Proviande)

Il benessere è importante per la salute

Il benessere delle nostre mucche, vitelli, maiali o polli sta molto a cuore a noi contadini. È il presupposto per avere animali sani e redditizi. In contrapposizione a quanto accade in molte altre nazioni in cui prevalgono allevamenti animali industriali, le circa 50'000 aziende svizzere sono di piccole dimensioni e a gestione familiare. Noi famiglie contadine, in questo modo, manteniamo uno stretto contatto con i nostri animali e ci prendiamo cura di loro 24 ore su 24. La maggior parte dà anche un nome ai propri animali.

C'è un'offerta per tutti i desideri. (maiali di Naturaplan)

In Svizzera non ci sono allevamenti intensivi

Per i polli e i maiali esistono dei limiti massimi per il numero di esemplari. Una stalla per galline può ospitare al massimo 18’000 animali adulti. Nelle nazioni che ci circondano ci sono invece delle aziende che arrivano fino a 600'000 polli! In Svizzera il numero massimo di maiali da ingrasso è fissato a 1’500, mentre per le scrofe da riproduzione il limite è di 250 animali per azienda. In media ogni azienda produttrice di latte, nel 2016, deteneva 25 mucche.

I programmi per il benessere animale sono di tendenza

I sistemi di stabulazione particolarmente rispettosi degli animali (SSRA) e le uscite regolari all’aperto (URA) sono esplosi. Le adesioni a questi programmi su base volontaria vanno ben oltre le prescrizioni della Legge sulla protezione degli animali: l’83% delle mucche da latte, durante la stagione vegetativa, passano almeno 26 giorni al mese al pascolo. Quasi la metà vive in una stalla a stabulazione libera con la possibilità di uscire in un apposito recinto. Anche il 60% delle galline ovaiole possono uscire all’aperto e il 94% dei polli da ingrasso vivono in una zona con luce naturale e aria fresca. Il 60% dei maiali da ingrasso ha un accesso all’esterno e per le scrofe da riproduzione si arriva al 70%.

Ulteriori informazioni:

LID-Dossier Nr. 473 Benessere degli animali del 22 ottobre 2015 : Benessere degli animali tra prezzo e coscienza [5]
Proviande Fornire informazioni di base sul tema del benessere degli animali [6]
Informazioni di base sul LSP Ambiente e benessere degli animali [7]

Fornire informazioni di base sul tema del benessere degli animali

© Alle Rechte vorbehalten ::: Schweizer Bauernverband